Il 29 Ottobre è la Giornata mondiale di prevenzione contro l'ictus

Nel 2018 l'Ospedale di Santa Maria Nuova fu premiato come migliore centro di prevenzione e cura dell'ictus

Ultimo aggiornamento:28/10/2022 11:11:31

Il 29 Ottobre è la Giornata mondiale dell’ictus (World Stroke Day), ricorrenza importante volta a sensibilizzare la prevenzione di questa malattia. In Italia,  l’ictus cerebrale è considerato la terza causa di morte dopo le malattie cardiovascolari e le neoplasie, oltre ad essere uno dei fattori principali di invalidità. L’Ospedale di Santa Maria Nuova annovera il miglior centro di cure per pazienti colpiti da ictus cerebrale avendo raggiunto in breve tempo il livello “diamante”, ovvero la massima onorificenza del settore.

Nel 2018, grazie alla partecipazione del personale dello Stroke System fiorentino al percorso ESO Angels Award (il programma europeo che certifica la qualità nei diversi Stroke System ospedalieri) è stato possibile attuare un piano formativo aggiornato sull’organizzazione, sulla casistica e sulla gestione dei risultati dell’assistenza ai pazienti. L’esperienza ha dato vita ad un “percorso Ictus” interdisciplinare ed altamente specializzato, supportato da nuove tecnologie e da professionisti qualificati. Questo miglioramento all’approccio diagnostico-terapeutico-assistenziale ha coinvolto anche altri sette ospedali aziendali (l’ospedale San Giovanni di Dio a Torregalli, l’ospedale Santa Maria Annunziata di Ponte a Niccheri, ospedale del Mugello a Borgo San Lorenzo ed anche gli ospedali di Pistoia, Pescia, Prato ed Empoli) rendendo possibile interventi tempestivi su tutto il territorio toscano.

Giancarlo Landini, Direttore del Dipartimento Specialistiche Mediche e presidente della Fondazione Santa Maria Nuova ONLUS, commentò con queste parole la buona riuscita del percorso di formazione: “Gli ottimi risultati raggiunti nella terapia in acuto dello stroke a Santa Maria Nuova, testimoniati da questo riconoscimento internazionale, sono il risultato di una integrazione multidisciplinare che è sempre di più la chiave del successo dei nostri servizi. L’ictus acuto è una patologia che può essere con efficacia combattuta se arriviamo in tempo a trattarla e questo avviene se tutti gli attori del percorso sono addestrati a lavorare insieme in maniera coordinata, dal medico del 118, al medico del pronto soccorso, al neuroradiologo, all'internista, al neurologo, all'infermiere. Questo è avvenuto a Santa Maria Nuova ed ha portato a risultati ottimi, simili anche negli altri ospedali dell'Azienda. La creazione dello Stroke System è stata una grande iniziativa che ha messo insieme tutte le competenze sull’ictus che sono presenti nei nostri ospedali facendole lavorare insieme. Una lezione di capacità gestionale e di professionalità che va mantenuta e sviluppata".

TAG
Firenze
medicina
Ospedale
sanità
USL Toscana Centro