La salute in Toscana tra ottocento e novecento

Ciclo di quattro conferenze

Ultimo aggiornamento:17/09/2020 11:18:58

Il legame tra malattia, ambiente e salute trae origine dagli studi avviati nel Settecento che condurranno nel secolo successivo alla teoria microbica e all’eziologia grazie alla quale malattie peraltro già conosciute come malaria, colera e la seppur meno antica, pellagra trovano rinnovata attenzione per il loro costituire problema sociale.

Ciclo di incontri sulla salute in Toscana tra ottocento e novecento promosso dall’Accademia Toscana di Scienze e Lettere “La Colombaria” in collaborazione con la Fondazione Santa Maria Nuova Onlus.

Per partecipare in presenza prenotarsi a info@colombaria.it oppure telefonando al numero 055.291923. Le conferenze saranno anche trasmesse in streaming.

Sala conferenze Accademia “La Colombaria”Via Sant’Egidio, 23 Firenze

24 settembre - ore 16,30
Conoscere per non ammalarsi

Franco Carnevale, L’alimentazione dei contadini tra Ottocento e Novecento
Daniele Vergari, L’accademia dei Georgofili per la salute

1°ottobre - ore 16,30
All’origine dell’igiene urbana: il colera

Giovanni Cipriani, Storia di una patologia
Martina Starnini, “Un male tutto nuovo e forestiero”: Carlo Livi e il colera
Duccio Vanni, La lotta al colera di Pietro Betti

8 ottobre - ore 16,30
Il ‘mal della rosa’: la pellagra

Adriano Prosperi, Un volgo disperso: povertà contadina e malattie nell'Italia dell'800
Luca Cianti, La sindrome pellagrosa nel contado fiorentino
Costanza Bertolotti, Il dibattito sull’eziologia della pellagra in Toscana tra Sette e Ottocento

15 ottobre - ore 16,30
Il male senza volto: “la mal’aria”

Zeffiro Ciuffoletti, Maremma amara
Alberto Baldasseroni, “La risaia, un’officina di miasmi in costante operazione”
 

TAG
Colombaria
convegno
Fondazione
Ospedale